Villa Aldobrandini - Teatro delle Acque

Picture by mau67


  • 3171
  • 5
  • 0
  • 17 Nov
  • Canon 1000D
  • Shooting Style Tripod
  • Shoots Number Multiple Exposure
  • Exposures Number -2-0-+2
  • Editing Software Photomatix Pro / Photoshop
  • File Format RAW
  • Notes
old fontains castelli romani italy

5 Comments

17 Nov 11:47
mau67

Dietro al palazzo, addossato al colle, è il teatro delle Acque, probabilmente iniziato da Giovanni Fontana e Carlo Maderno. Composto da un vastissimo emiciclo affiancato da due corpi rettilinei, presenta nicchie con colonne ed incavature, decorate con cariatidi, enorme ed altri rilievi, di Ippolito Buti (1604-5). Nelle nicchie della parte emisferica sono delle statue, opera di Jacques Sarrazin, ognuna delle quali è preceduta da un getto d'acqua. Nella nicchia centrale è un Atlante che sorregge il mondo; nelle nicchie di sinistra e di destra sono rispettivamente un ciclope ed un centauro, che per mezzo di congegni idraulici suonavano degli strumenti a fiato con effetti sorprendenti. Accanto all'Atlante era un Ercole in atto di aiutarlo, e due statue di Esperidi. Dalla vasca davanti alla nichia centrale emerge la statua del gigante Encelado, che gettava rumorosamente acqua dalla bocca. Nel braccio lateraale sinistro del teatro delle Acque si trova una cappella dedicata a S. Sebastiano, il santo patrono degli Aldobrandini, con pitture di Domenico e Tommaso Passignano. Nel braccio destro è invece la stanza di Apollo (1615-18), con la volta decorata da Domenico Passignano; qui fu collocata una riproduzione del Parnaso con statuine in legno, stucchi e fiori in ferro battuto, opera di Giovanni Anguilla e Jacques Sarrazin. Giovanni Guglielmi aveva realizzato i congegni idraulici che permettono a tutte le statuine del Parnaso di suonare i loro strumenti. Sulle pareti della stanza, entro cornici di stucco e sopra un alto zoccolo di mosaico, sono gli affreschi con le "Dieci Storie di Apollo", opera del Domenichino, che si avvalé per i paesaggi dell'aiuto del Viola. Il pavimento, musivo, è grave; ornato con arabeschi e con elementi dello stemma Aldobrandini; da un foro usciva un potente getto d'aria che teneva costantemente sospesa una palla di rame.

17 Nov 13:07
pandarino

un bel processo

17 Nov 13:46
arnie58

processing is nice

17 Nov 15:09
rcuello

Work engineering and architecture, monumental, for the period. You transmit with great symmetry.

17 Nov 20:17
karl_oparka

Nice, but the image is too 'flat' for my liking.

Add Comment